Contratture, stiramenti e strappi (parte 3)

strappoSiamo al terzo capitolo degli articoli relativi agli infortuni muscolari. Lo STRAPPO. Innanzi tutto la definizione di “strappo muscolare“: lesione dolorosa di un tessuto muscolare, con eventuale lacerazione, dovuta a trauma o eccessiva trazione.

A chi può capitare uno strappo? La risposta è molto semplice: a chiunque, anche se i più esposti sono senza dubbio gli sportivi; le parti del corpo che sono maggiormente esposte agli strappi sono gli arti sia superiori che inferiori, anche se può colpire in alcuni casi anche le zone addominali e toraciche.Continua a leggere “Contratture, stiramenti e strappi (parte 3)”

Contratture, stiramenti e strappi (parte 2)

Eccoci qui a parlare di stiramenti muscolari, usando termini non proprio tecnici, ma giusto per capire di cosa stiamo parlando, questo tipo di infortunio football-1501696_1920è il secondo grado su una scala di tre, si colloca tra la contrattura e lo strappo.

Ricordiamoci innanzi tutto la definizione da vocabolario: distensione eccessiva di un muscolo, di un legamento o di un tendine, che ne provoca spesso la lacerazione.

Ma cosa può causare uno stiramento? Le cause sono molteplici e i soggetti più a rischio sono, ovviamente, gli sportivi.Continua a leggere “Contratture, stiramenti e strappi (parte 2)”

Contratture, stiramenti e strappi (parte 1)

Troppo spesso si confondono questi termini, troppo spesso si sente dire “mi sono fatto uno strappo alla schiena”, “mi sono stirato la coscia”, senza avere ben chiare le differenze tra questi infortuni. Partiamo dal principio, dal vocabolario.

effetti massaggio spalla
Contrattura al trapezio destro prima e dopo il massaggio

Contrattura: contrazione involontaria e perdurante di uno o più fasci muscolari.

Stiramento: distensione eccessiva di un muscolo, di un legamento o di un tendine, che ne provoca spesso la lacerazione.

Strappo muscolare: Lesione dolorosa di un tessuto muscolare, con eventuale lacerazione, dovuta a trauma o eccessiva trazione.Continua a leggere “Contratture, stiramenti e strappi (parte 1)”

Massaggio defaticante con coppettazione

Oggi ho deciso di fare un pochino di chiarezza per quanto riguarda questo massaggio.img_7677

Innanzitutto mi preme specificare che questo tipo di massaggio ha come primo obbiettivo quello di defaticare  e “alleggerire” il senso di pesantezza che spesso si prova agli arti inferiori. Le manualità che si utilizzano sono mediamente profonde, quello che ci proponiamo è di stimolare la circolazione sanguigna che spesso tende a rallentare nelle gambe, complice uno stile di vita sedentario, l’età o la predisposizione genetica. Continua a leggere “Massaggio defaticante con coppettazione”

Cosa provoca il massaggio?

img_7515Chiunque abbia fatto un massaggio sa come ci si sente dopo, chiaramente i massaggi sono di vari tipi e di varie intensità, un decontratturante ha degli effetti diversi da un rilassante che si fanno sentire dopo qualche ora (mediamente 36/48 ore dopo). Ma vi siete mai chiesti che cosa succede nell’organismo dopo un massaggio? Quali sono gli aspetti “tecnici” di un massaggio?Continua a leggere “Cosa provoca il massaggio?”

Stretching e prestazione fisica

Quando ho iniziato ad allenare facevo parte di quella categoria di allenatori che dopo il riscaldamento fanno fare esercizi di allungamento per poi tornare a fare gli esercizi o la partita. stretching4Nel corso degli anni però ho cambiato idea e vi spiego il perché: nel momento in cui l’atleta inizia a scaldarsi non fa altro che attivare la muscolatura a svolgere determinati movimenti. Come molti sanno il muscolo per lavorare non fa altro che contrarsi e rilassarsi, il movimento aumenta l’irrorazione sanguigna, aumenta la temperatura interna del muscolo e ne aumenta l’elasticità. Quindi, a lume di logica, se io d’un tratto mi fermo e comincio a fare stretching in realtà non faccio altro che far raffreddare il muscolo, ridurne l’afflusso sanguigno e rilassarne le fibre, la cosa è senza dubbio controproducente.Continua a leggere “Stretching e prestazione fisica”

Crampi notturni, cause e rimedi.

Molto spesso si sente parlare di persone che soffrono di crampi notturni, solitamente i crampi colpiscono i polpacci ma non di rado anche cosce, piedi e mani. Oltre al fastidio che causano per l’intenso e improvviso dolore, rovinano decisamente la qualità del sonno.crampi

Ma a cosa sono dovuti?

Ci possono essere varie cause: le più gravi e preoccupanti sono di carattere cardiovascolare, quindi in caso di ripetute manifestazioni di crampi vi consiglio di andare dal vostro medico curante per un consulto. Un altro motivo, meno grave, è di sicuro dovuto ad una mancanza alimentare. La scarsa idratazione, magari a seguito di intensa attività fisica, l’assunzione di cibi con scarsi livelli di magnesio e potassio può acuire questo fastidio.Continua a leggere “Crampi notturni, cause e rimedi.”

Il massaggio cura? Molto spesso sì!

img_7556Perché farsi un massaggio?

Questa è una domanda cruciale, sembra quasi impossibile ma ci sono, molte, moltissime persone che non si sono mai fatte massaggiare. Le motivazioni sono migliaia anche se la più comune è: si ho dolori ma poi passano. Ci sono una quantità enorme di fastidi che si possono risolvere con poche sedute di massaggio BEN FATTO! Continua a leggere “Il massaggio cura? Molto spesso sì!”

Il muscolo tibiale (non dimentichiamolo)

Dtibiale-anterioreall’inizio di questa stagione sportiva ho iniziato a collaborare con una società sportiva di calcio a 5 e mi sono subito imbattuto in una problematica che fino ad ora non si era mai presentata in maniera così prepotente: l’affaticamento del muscolo tibiale anteriore. Questo muscolo viene interessato ogni qual volta facciamo il movimento che avvicina le dita del piede alla tibia.Continua a leggere “Il muscolo tibiale (non dimentichiamolo)”

Settembre è il momento della ripresa

preparazione-in-spiaggia

Come scritto nel titolo di questo post, Settembre è il mese della ripresa. Riprende la scuola, riprende il lavoro dopo le ferie, riprendono le stagioni sportive, riprende la palestra… insomma riprendiamo il solito tran tran che ci porterà inesorabilmente a dire: NON VEDO L’ORA CHE ARRIVI L’ESTATE! Il vero problema è che riprende proprio tutto, acciacchi compresi. Come oramai assodato il rientro dalle vacanze porta a quella che viene definita sindrome da rientro che crea non pochi problemi.Continua a leggere “Settembre è il momento della ripresa”