C’è massaggiatore e “massaggiatore”

Dopo qualche tempo di assenza, causa lavoro all’estero, torno a scrivere sulle pagine di questo mio blog.

Il titolo lascia intendere che io voglia fare una chiara distinzione fra categorie di massaggiatori perché ultimamente mi sono imbattuto in clienti, o potenziali tali, che forse hanno confuso il mio lavoro con qualcosa di diverso. Tralasciamo la categoria dei fiosioterapisti, fisiatri e osteopati che sono universalmente riconosciuti come seri professionisti, rimane un limbo in cui noi “semplici” massaggiatori siamo costretti a scontrarci con la dura realtà. Di quale dura realtà parlo? Ora mi spiego meglio.
Esistono sostanzialmente due categorie di massaggiatori:

  1. Il massaggiatore che si occupa di risolvere problemi come le contratture, si occupa di aiutare le persone a rilassare la muscolatura con massaggi defaticanti e con tecniche come il Release Miofasciale, lo stretching (attivo o passivo), si preoccupa di preparare la muscolatura dei propri clienti ad affrontare gare o eventi sportivi particolari e altre tipologie di massaggio dedicate comunque al benessere dei muscoli.
  2. Il “massaggiatore” che non si interessa delle cose che ho scritto sopra ma che si occupa di soddisfare i propri clienti in altra maniera… diciamo più personale… più privata… insomma con il sesso!

Ecco mi fa piacere sottolineare il fatto che IO FACCIO PARTE DELLA PRIMA CATEGORIA, l’happy ending non rientra nel ventaglio della mia offerta di massaggi. Probabilmente questo mio post non sarà appropriato o potrà forse urtare la sensibilità di qualcuno, ma sinceramente non mi interessa, ci tenevo a chiarire questo aspetto tecnico.