Il “dramma” del massaggiatore

schiena

Oggi vi svelo un piccolo segreto della mia professione.

Il lavoro del massaggiatore è ricco di soddisfazioni: le persone ti chiamano perché hanno un problema, un dolorino, un acciacco, sono stressate e altre amenità simili; vengono da te e nell’arco di un’ora, un’ora e mezza, riescono a risolvere (del tutto o parzialmente) il problema che le affligge. Questo vale per tutti quanti, atleti, impiegati, parrucchiere, baristi…. per tutti… quasi per tutti!

Qui vi svelo il “dramma” del massaggiatore: IL MAL DI SCHIENA.

Avete mai provato a stare per 5/6/7 ore al giorno in piedi, con le braccia leggermente piegate e con il capo chino? Se l’avete provato sapete che è causa di mal di schiena. Quel dolore a metà della colonna vertebrale… che taglia il fiato. Ecco proprio quello.
Se l’avete provato sapete che è facile da risolvere: basta un massaggio! Ma chi massaggia il massaggiatore? Questo è l’annoso problema, perché poi noi massaggiatori siamo pure esigenti. Non ci va mica bene tutto; noi il massaggio lo vogliamo con la giusta intensità, con le giuste manualità, con la giusta pressione… siamo sostanzialmente dei rompiballe! Ma dato che il mal di schiena è un problema presente, che si fa sentire, che limita il nostro operato, la soluzione ideale sarebbe che ci auto-massaggiassimo. Già, ma come? Dato che l’evoluzione non ci permette ancora di girare completamente le braccia per lavorare sulla nostra schiena, ci viene in supporto la tecnologia, altissima tecnologia. Anni di studi, test scientifici, prove al simulatore e test su volontari ci hanno portato ad avere, finalmente, uno strumento quasi perfetto per affrontare questo grave problema: LA PALLINA DA TENNIS. Sempre sia lodata! Lei si che ha la giusta consistenza per andare a lavorare sulla muscolatura dolorante e tesa; abbiatene sempre a portata una. Quando sentite un muscolo che inizia a protestare, potete tamponare il problema trattandolo con una pallina da tennis. Basta passarla sulla zona interessata per aiutare a distendere la muscolatura e magari a risparmiare i dolori di un massaggio decontratturante.

Ricordate che la pallina da tennis è la migliore amica del massaggiatore!